Michele Copelli

Michele Copelli

Psicologo / Educatore / IT & Digital Recruiter / Headhunte

Ho scelto di specializzarmi nel campo della psicologia del lavoro e delle relazioni tra le persone, in seguito a una lunga riflessione sul mio percorso formativo e sulle capacità che ho avuto modo di maturare nel corso degli anni.
Fino a poco più di dieci anni fa ero determinato a ritagliarmi un posto nel mondo della musica, assieme ad un gruppo di amici con i quali tutt’ora condivido questa passione, ma all’avvicinarsi del diploma di maturità – e alle richieste di maggiore concretezza – crebbe in me l’idea di un futuro professionale nel campo medico. Fu con questo tipo di premesse che mi presentai al test d’ingresso per la facoltà di Architettura Ambientale al Politecnico di Milano, avventura conclusasi dopo due soli semestri. Mi iscrissi così l’anno successivo alla facoltà di psicologia, più per una questione di consapevolezza di sé che per obiettivi lavorativi concreti.
Trascorsi successivamente qualche tempo, durante il primo semestre, negli Stati Uniti con lo scopo di chiarirmi le idee, dalle quali nacque una raccolta di racconti brevi e poesie che mi illusero, per un breve periodo, di potermi lanciare nel mondo della narrativa. Pubblicato un libro, tornai sui miei passi venendo definitivamente rapito dal filone della psicologia sociale e dei gruppi. Fu un vero e proprio colpo di fulmine.
Osservando questa evoluzione personale nel tempo, mi accorgo come, nonostante l’apparente indecisione del passato, tra le righe dei miei interessi attuali e le mie esperienze esista un filo conduttore, un’impalcatura che direziona quotidianamente il mio orientamento nel mondo: la possibilità di condividere competenze e conoscenze con gli Altri allo scopo di creare e sperimentare possibilità.
E quale opportunità di knowledge sharing potrebbe essere migliore di questo Blog?
Tra queste pagine troverete riflessioni, consigli e best practices maturate dall’esperienza personale e dalla psicologia delle risorse umane, accompagnate da Case History virtuose o storie fantastiche in grado di lasciare il segno solcando i mari infiniti dell’oceano lavorativo.

Notte prima del colloquio

Notte prima del colloquio

Tratto liberamente dalla canzone di Antonello Venditti, Notte prima degli esami, anche io ho deciso di mettere in discussione e a disposizione la mia esperienza nel settore della ricerca e della selezione del personale, per approfondire le criticità che possono emergere durante il percorso che porta i candidati alla tanto agognata assunzione.

Chi sono i candidati attivi

Chi sono i candidati attivi

Nella prospettiva a lungo termine di costruire per ognuno di noi una carriera e uno sviluppo ottimale, è inevitabile soffermarsi sul proprio ruolo come candidato durante un iter di selezione ed entrare a far parte delle aziende giuste. Sì, ma giuste per chi?

Tabù e lavoro: parlare di soldi ai colloqui di selezione

Tabù e lavoro: parlare di soldi ai colloqui di selezione

Quando il capitano James Cook si imbatté negli esotici abitanti delle isole Tonga utilizzavano il termine tabu per indicare i comportamenti vietati per le regole culturali della comunità, ed è solamente con il XIX° e il XX° secolo che entrando a far parte del vocabolario antropologico ha cominciato ad assumere valenze, significati e rivisitazioni differenti